sabato 21 febbraio 2009

Il numero 17 e il PD (io cambierei zona)


Roma, 21 feb. (Adnkronos) - Il 17 e' un numero ricorrente nella storia politica recente del centrosinistra. Oggi, infatti, Dario Franceschini e' stato eletto segretario del Pd fino al prossimo congresso del partito, alle 17.17. In entrambe le sue esperienze alla guida del governo, nel 1996 e nel 2006, Romano Prodi ha giurato nelle mani del presidente della Repubblica il giorno 17 maggio. E nel primo degli esecutivi guidati dal Professore, i ministri erano 17. Nel 1995, anche Lamberto Dini ha giurato al Quirinale da presidente del Consiglio il giorno 17.

giovedì 19 febbraio 2009

Caos calmo


Turturici: Spacciato! Con o senza la componente Ciminiana è ormai fuori dai giochi, e non sarà Messina col suo 4,5% a risollevarlo. Ops! Ho detto 4,5%, cioè che Messina non avrà rappresentanti in Consiglio Comunale. Marinello presto (tra 4 anni) tornerà alla sua attività di dentista e il PDL di Sciacca o si organizza o fa la fine della candela!

Turco: Illusionista! è solo lo spot elettorale dell’ MPA che lo usa solo per propaganda, al fine di ricordare che esiste. Il suo è un partito i cui rappresentanti non hanno collegamenti neppure con Ribera o Menfi, figuriamoci il potere decisionale. Un partito locale che segue a bacchetta il proprio Leader di Agrigento, non potrà mai essere autonomo nelle scelte di casa propria.

Fabrizio Di Paola: Logorato! Le troppe sconfitte lo hanno ormai logorato politicamente e nel modo di fare. Ormai consapevole che l’alta politica è solo un sogno, si ritrova con tutti gli obiettivi in fumo e l’unica cosa che desidera è solo il male (politico) di chi secondo lui lo ha tradito. Sembra che non gli importi di vincere le elezioni amministrativa ma solo di dare fastidio. L’invidia corrode!

Vito Bono: Dammi tempo ca ti percio, disse V.Bono a Turturici! Muto muto, quatto quatto, col silenzio ottiene più degli altri! E’ sicuramente un’incognita, non solo per la sua posizione di indipendente oppositore di sinistra, ma per il fatto che tenendosi lontano dalle logiche di bar, accumula consensi e liste di appoggio. Sinceramente ne ho per tutti, ma se non parla non so che dire!

L’UDC: ? Ambrosetti dice che l’UDC è Mannino, e ci può stare. Anche perché se F.Di Paola continua a tenere la presidenza del consiglio fianco a fianco a Turturici, non sarà di certo Mannino a spiegare le due posizioni diverse. Questo partito è davvero la grande incognita, non solo per il silenzio stile Vito Bono, ma soprattutto, perché è quel partito di centro che in molti casi si dimostra determinante per vincere (Vedi Sardegna).

Pd: Bo! E chi ci capisce niente! Solo non ha dove andare… Alleati per un suo candidato di bandiera non ne trova neanche a pagarli… o va con l’UDC o si deve inventare qualcosa che neppure con la fantasia potrei mai pensare.

Le liste civiche: Prudenza! Il 5% non è un problema da sottovalutare!


lunedì 1 dicembre 2008


F. Di Paola sembra orientato ad approdare con la M.Campo all'MPA di Lombardo. Gli autonomisti di Sciacca non gradirebbero!
S.Di Paola sembrerebbe orientato a seguire lo zio (ci credo poco!) ma con una lista civica di appoggio, e dopo le comunali passerebbe pure lui nell'MPA se le cose dovessero andare bene!
Il PD sta cercando di ricompattarsi, ma difficilmente riuscirà ad esprimere un candidato!
L'UDC pare essere pronto a presentare nuove adesioni.
Il PDL ormai è quasi compattato per Turturici, ma la beffa potrebbe essere che l'attuale sindaco ritiri la candidatura per un bel posto di sottogoverno per beffare Marinello tra 4 anni alle nazionali.
Le associazioni farebbero meglio a tornare sui loro passi, che col 5% di sbarramento sono a mare!

I vogliosi di candidatire sindachesche sono:
- Turturici
- Testone
- F. Di Paola
- S. Di Paola
- V. Bono
- F. Marciante
- Turco
- Laonte
- T. Russo
- Bellanca
- Qualche personalità tipo Sgarbi

Tutto il resto... è vita!

(I nominati da me possono contraddirmi democraticamente in qualsiasi momento, purchè non contraddicano loro stessi!)

lunedì 24 novembre 2008

MPA litiga con il PDL... Rottura? E a Sciacca?


MPA litiga con il PDL.
A Roma, Lombardo minaccia di lasciare la maggioranza del paese.

A Palermo il PDL lotta contro l'Mpa sia in Parlamento Regionale che in Consiglio Comunale del capoluogo dove il Sindaco Cammarata ha licenziato 2 Assessori dell'Mpa.

L'UDC tranne la parentesi di questi giorni a Ribera è sempre dalla parte dell'Mpa.

Se succedesse una rottura totale, e ora che siamo vicini al varo della Finanziaria tutto è possibile... cosa accadrebbe? Io penso che:

- MPA lascia la maggioranza a Roma
- PDL lascia la maggioranza a Palermo
- Lombardo farà la nuova maggioranza con MPA UDC e PD

E Sciacca?
Si creerà una situazione simile anche per le amministrative?

Se accadesse ciò? :

- La coalizione opposta a Turturici potrebbe essere composta da PD MPA e UDC
- Il PD non è in condizioni di focalizzare un candidato a Sindaco
- MPA esprime già un Presidente di Regione e uno di Provincia
- E l'UDC rimane l'unico partito che potrebbe esprimere un Sindaco. (Mannino ha ancora una volta ragione?)

E se il Sindaco lo esprimerà l'UDC, chi sarebbe?
Di sicuro si può dire chi non sarà. Cioè:

- Ambrosetti lavora lontano da Sciacca e anche se molto preparato, molti non lo apprezzano per il carattere a volte troppo scontroso
- Di Paola non è manniniano infatti sta ancora dalla parte di Turturici come anche Caruana, S.Bono e la Campo, e avendo rifiutato l'invito dell'ex Ministro a stare in opposizione, di fare il Sindaco lo può solo sognare
- Friscia è svogliato in tal senso
- Assenzo ha l'età di quando Messina fece per la prima volta il Sindaco, e anche se fedelissimo di Mannino, non siamo in un'epoca dove lo spazio si da ai nuovi
- Craparo ha già fatto il Sindaco di Sciacca, ma è a Monza da così tanto tempo...

A questo punto, esclusa la candidatura della società civile che poco ha di politico, chissà che la proposta del candidato a Sindaco non ricada su di una Personalità illustre della cultura Nazionale!
A Salemi si è fatto, e Sgarbi non è da buttare come Sindaco!

Vedremo... Da tutto ciò che si muova, ormai pare chiaro che Turturici ha finito, sia per colpa delle sue scelte contro il popolo (privatizzazione acqua, nessun aiuto al carnevale, si allo sciopero per Rocco dei poteri Forti e no allo sciopero per le Terme del popolo scaccense), sia per le lotte intestine dentro al PDL (vedi G.Bono e tutti i consiglieri di Cimino e non di Marinello)

Che bella Sciacca... non si lavora e non si fa niente dalla mattina alla sera, però di parlare ce n'è sempre tanto!!! Lo Sciacchitano è un'animale politico!!!

venerdì 31 ottobre 2008

I curriculum... a chi?


Se, come è corretto fare, i curriculum per lavorare da Rocco Forte, non si mandano alle segreterie politiche.......... A chi si consegnano?????

Me lo hanno chiesto in giro ma nessuno lo sa. E io neppure.
Se qualcuno ne è a conoscenza, lo faccia sapere!
Grazie.

P.S. E poi dicono che il clientelismo della politica va combattuto, e come?

Se non lo fa D'Antoni...


Nell'ultima puntata di Vesper su RMK erano ospiti i consiglieri provinciali saccensi Girasole, Lazzano, Di Prima e l'assessore Pace C.

Ecco cosa hanno dichiarato sulle comunali 2009:

Lazzano: "Valutare, proposte alternative a Turturici anche se è lui che deve avere la pecedenza"

Di Prima: "Il PD da solo non vincerà mai, sarebbe opportuno fare delle alleanze, anche con l'UDC. L'associazionismo apartitico tira poco elettoralmente e in base alla legge con la quale si voterà molto cambierà"

Girasole: "Il PD può fare molto e deve avere il suo candidato di bandiera"

C.PAce: "Non vanno completamente sottovalutate le liste civiche" poi sorvola.

Anonimo Sciacchitano: "Noto soltanto che la confusione regna sovrana, forse non è ancora il momento di parlarne. Emerge solo che nessuno dei presenti ha dichiarato di vedere di buon occhio la ricandidatura di Turturici" ;-)

giovedì 30 ottobre 2008

Cosa ha fatto il Sindaco per noi saccensi

Il Sindaco ha fatto molto per il Comune.

- Ha rifatto gli intonachi della sua stanza e della sala giunta
- Ha rifatto la sala del Consiglio Comunale come se fosse il parlamento (insieme a F.DiPaola)
- Si è rifatto divani e arredamento della sua stanza.
- Si è comprato una macchina di rappresentanza nuova di zecca.
- Da 4 anni gira il mondo per pubblicizzare Sciacca, ma i frutti del suo peregrinare non si vedono (i costi si).
- Ha contribuito col suo disinteresse (e della sua parte politica) a non pensare più alle Terme come patrimonio storico-culturale ed economico. (Ma per Rocco forte ci sfila!)
- Con la sua parte politica ha comandato l'ospedale per anni, ed ecco che l'ospedale sarà declassato.
- Dice di rappresentarci, ma è stato l'unico a credere che la Girgenti Acque fosse la manna dal cielo.

mercoledì 29 ottobre 2008

Ecco cosa ho beccato su e-bay

Da non credere, con la crisi si vende proprio tutto... clicca qui

martedì 28 ottobre 2008

L'Amministrazione dalla doppia faccia per il carnevale


A detta dei creduloni, l'Assessore Venezia non ci dorme la notte. Ma se il suo massimo impegno per la ricerca di soluzioni al fine di celebrare il Carnevale, si traduce nel nulla... qualcosa puzza di doppia faccia!

E il Sindaco che fa? Direi... il comico. Prima dice che quest'anno il carnevale si festeggia in centro. Dopo 4 giorni si scopre che i lavori del famoso balcone non sono finiti, e dopo altri 3 giorni si scopre che Fauci o chi per lui, non autorizza l'utilizzo dei capannoni.

Quindi o il Sindaco di Sciacca Mario Turturici (così amano annunciarlo a TRS) è uno sprovveduto, di poca esperienza amministrativa che prima di parlare dimentica che le dichiarazioni del primo cittadino devono essere coerenti, oppure ha semplicemente dato una comunicazione all'acqua di rose, solo per calmare i carristi. Boh!


Fatto sta che dal Presidente del Consiglio Comunale Fabrizio Di Paola fino all'ultimo consigliere, se ne strafregano del carnevale e del suo indotto di circa 2000 persone. Poi magari dopo che la soluzione ci sarà, tutti si ammasseranno presso le redazioni con comunicati di soddisfazione.
Spero solo che la gente non commetta lo stesso errore di pochi mesi fa, e prima di votare gente del PDL ci pensi molto e non si dimostri sprovveduta come il nostro caro primo cittadino attuale.

domenica 26 ottobre 2008

Consuntivo bocciato!


Aiaiaiai!!!
Caro Sindaco hai perso 14 a 10...
Hai solo 10 consiglieri su 30 dalla ta parte!
Puoi ricandidarti... ma non puoi vincere...

martedì 14 ottobre 2008

14 ottobre 2008, ci visiteranno gli alieni?

video

Ci credete? Io no, ma staremo a vedere.
Nel video c'è spiegato tutto!
Si tratta di un messaggio che la mediun Blossom Goodchild dice di aver ricevuto.

Non se ne parla più !?!?!?!?!?

Non se parla più!
Ma che succede?

ONOREVOLI:

L'On. Marinello del PDL si dedica a tutto tranne che a Sciacca, perse consiglieri comunali e provinciali (per ultimo Testone) e questo sommato al silenzio del Sindaco, mi fa pensare che ci sono problemi per riconfermare Turturici in nomination.
L'On. Marinello del PD rischia di perdere il posto all'Ars e quindi sta comprensibilmente in disparte.
L'On. Messina di IdV ha detto qualcosa che lascia intendere la sua definitiva uscita di scena dalla politica locale data dal fatto che ormai è elettoralmente spacciato.
L'On. Mannino è giustificato perchè tra pochi giorni gli finirà il processo, e suppongo che in caso di assoluzione potrebbe essere l'unico onorevole a fare la voce grossa per le prossime amministrative.

CONSIGLIERI:

L'avv. Di Paola non ha più le simpatie di una volta, il suo peso politico è notevolmente basso ed è ritenuto poco coerente, dopo tre sconfitte alle regionali e dopo aver votato di tutto e di più al di fuori di se stesso ha poche chance di dire ed imprimere le sue idee.
Giuseppe Bono sembra aver abbandonato ogni ambizione, probabilmete è arrivato il richiamo del partito.
Simone Di Paola sembre essersi relegato in una posizione di moda a Sciacca, che è quella del presidente di assocazione che denuncia tutto e tutti vedendo solo le cose che non vanno e senza mai proposte alternative. Magari cerca consensi, ma così facendo li trova solo per se stesso e cioè per fare il consigliere comunale.
Leonte attraversa un silenzio assordante, dopo averci abituati alle sue arringhe consiliari, ora non parla più... mi lascia pensare!
Vito Bono continua imperterrito con le sue lotte sulle lampade mal funzionanti e le perdite idriche, non partecipa alla vita sociale del paese, ma quanto meno si fa sentire a volte.
Filippo Marciante attraversa, anche lui, un periodo di mutismo ingiustficato (almeno apparentemente).
Mariolina Bono non fa altro che dire di non volerne sapere nulla, ma molti la invocano a candidarsi.

PARTITI:

PDL: Perde pezzi, non è compatto, il segretario è più che altro un distributore di soddisfazioni (non dice altro), un partito con un cancro al suo interno che a Sciacca prende i voti che non usa per il bene della collettività, ma per mettere i suoi uomini in posti chiave, portando la distruzione di quando si è conquistato col sudore in passato (vedi Terme, Ospedale, Marineria, Culture etc.)
AN di Sciacca non esiste, vedi Lazzano che sale con i voti di Di Paola, e l'Assessore Venezia che in questi 4 anni ricoprendo una delega a lui inadeguata, mi sa che ha perso più voti che capelli.
UDC è un partito allo sbando, sicuramente aspetta il ritorno glorioso di Mannino, ma intanto ha un segretario Dott. Pace inesistente, c'è chi vota altri partiti, c'è chi è già in altri partiti, non ha rappresentanza in provincia, per metà (chi percepisce indennità) sta con l'amministrazione, e per metà contro.
UDEUR non esiste più.
PD ci vorrebbe uno scenziato per capire l'intreccio delle correnti al suo interno. Capodicasa è ufficialmente il riferimento... ma solo ufficialmente. Ci sono i gruppi di Mariolina Bono, Filippo Marciante, Fazio, Leonte, Marinello e chissà chi altri. Un grosso partito a Sciacca senza un segretario ne un direttivo, ma con rappresentanti a tutti i livelli sia regionali che nazionali.
MPA ha il segretario e un direttivo, prende voti ed elegge rappresentanti, ma le visione esteriore di questo partito non deve impressionare, perchè in fondo ci sono così tante anime (Marciante, Ferrara, Turco, Campo etc.) che sembre un partito di plastica da cui attingere il possibile finchè si può.
IdV non esiste più, ammenochè 300 voti bastano per fare politica.
Comunisti, rifondaroli e altri non esistono più.


Se il quadro che vedo e che ho appena descritto è vicino alla realtà che tutti vediamo, credo che la nostra città si trovi ingarbugliata in una matassa dalla soluzione imprevedibile dove si rischia di far determinare il suo futuro nuovamente da scelte che vengono dall'alto, impedendo ancore una volta che possa essere governata da una classe dirigente pura di spirito e coesa nel solo interesse comune.
Meditate gente e speriamo che ho torto.

venerdì 10 ottobre 2008

L'odore dei soldi di Cantone

Dall'articolo di repubblica.it leggo che Carmelo Cantone oltre ad essere il Presidente (inutile) delle Terme S.p.a. di Sciacca è anche uno di quelli che con i soldi della Regione si fai i bagni più di quanto possiamo immaginare.
Infatti il furbetto per meriti sanguignei olte i 40.000 euro per le Terme riscuote chissà quanto per essere segretario particolare dell'Assessore Regionale ai Lavori Pubblici Luigi Gentile di cui Cantone ne è cognato.
Facendo un resoconto della situazione, Carmelo guadagna un sacco di soldi non facendo nulla per le Terme che con la sua gestione sono quasi fallite, e non facendo nulla come segretario particolare, visto che sta sempre a Sciacca. Mah!
Chissà cosa ne pensa il muratore delle 1.000 euro al mese sudate.
E poi, fa rabbia pensare che gente come Cantone va in TV a dire che è solidale con i lavoratori delle Terme, che a differenza sua hanno un rapporto con la banca col segno meno.
Foto: agrigentonotizie.it

Di Paola e gli altri.

Oggi una delegazione di Consiglieri Comunali è andata a fare visita a Palermo per le Terme saccensi.
Al di là della ricerca di visibilità, molto evidente, cosa c'è sotto?
Di Paola è e rimane un consigliere comunale, il presidente dei consiglieri, mica è un onorevole che può votare... e allora: che c'è andato a fare? Non era meglio risparmiare e mandarci un giornalista?
Infatti al suo ritorno in Sciacca, ha rilasciato un'intervista che aveva più il sapore di una comunicazione che invece, di qualcosa che ha ottenuto! Mah! Chi lo ama lo voti!!!

martedì 7 ottobre 2008

Berlusca canta!

Il Marco Galli Factor con l’eccellente collaborazione di Mitch&Squalo presenta il “giovane” talento Silvio di Milano, vincitore del giorno e possibile candidato alla vittoria finale del programma. Un fenomeno unico. (inizia senza la musica!)

Sto video è geniale! Tratto da: www.nondiremaivideo.com

video

Il testo:

Ho fatto l’esame di seconda elementare nel 1975.
Il socialismo era come l’universo:in espansione.
La maestra mi chiese di Massimiliano Robespierre.
Le risposi che i Giacobini avevano ragione e che,
Terrore o no la Rivoluzione Francese era stata una cosa giusta.
La maestra non ritenne di fare altre domande.
Ma abbiamo anche molti ricordi Di quel piccolo mondo antico fogazzaro:
- l’astronave da trecento punti di Space Invaders
- Enrico Berlinguer alla tv
- le vittorie olimpiche di Alberto Juantorena
In nome della Rivoluzione Cubana
- i Sandinisti al potere in Nicaragua
- il catechista che votava Pannella
- gli amici del campetto passati dalle Marlboro
Direttamente all’eroina alla faccia delle droghe leggere
- i fumetti di Zora la vampira porno e la Prinz senza ritorno
- il referendum sul divorzio e non capivamo perché
Se vinceva il No il divorzio c’era e se vinceva il Si non c’era
- Anna Oxa a Sanremo conciata come una punk londinese
- i Van Halen
- la prima sega
- la vicina di casa, un travestito ai più noto come Lola che Mia madre chiamava Antonio con nostro sommo sbigottimento
- Jarmila Kratochivilova
- il Toblerone, qualcuno sa perché
- una scritta degli ultras della Reggiana dopo il raid aereo americano su Tripoli negli anni ottanta.
Diceva: “grazie Reagan, bombardaci Parma”
- e poi la nostra meravigliosa toponomastica:
Via Carlo Marx
Via Ho Chi Minh
Via Che Guevara
Via Dolores Ibarruri
Via Stalingrado
Via Maresciallo Tito
Piazza Lenin a Cavriago
E la grande banca non più locale con sede in
Via Rivoluzione d’Ottobre
- e infine il mio quartiere, dove il Partito Comunista prendeva il 74% e la Democrazia Cristiana il 6%


Paura!


Penso sia proprio la foto più brutta che ci potevano mettere. Non aggiungo altro, che è meglio.

Terme: INCREDIBILE!!!!!!!


I lavoratori delle Terme sapranno in questi giorni la loro destinazione, in relazione al trasferimento.
A parte che non capisco perchè 6 consiglieri di amministrazione, che non servono, possono rimanere, mentre i dipendenti non servono.
Comunque, rimane il fatto INCREDIBILE, che quando parlo con i dipendenti, anora oggi, non hanno capito di chi è la colpa, e come tanti animali privi di ragione cercano capri espiatori tra di loro stessi.
Ciò che mi fa impazzire è il fatto che in questi giorni è partito il pellegrinaggio presso la segreteria di F.I.... MAH!
Vanno a chiedere il favore di riavere qualcosa a chi glielo ha tolto!

P.S. Immagina presa a prestito dal sito www.laltrasciacca.it, spero non si offendano.

Che fine ha fatto Pippo Turco?


Verrebbe da dire: "meglio così!".
Ma la sua presenza costante, in ogni periodo pre-elettorale, ci ha abituati alla sua presenza costante e spesso imbarazzante per i suoi concorrenti.
I suoi modi ci hanno ormai dato la conferma che è un cane che abbaia ma non morde, fatto sta che quando l'anno scorso era in cerca di assessori e consiglieri per la sua futura e certa giunta, molti ci hanno creduto... e ora?
Sicuramente non è uno che ha l'aria di mollare, ma è certo che il duro colpo delle regionali lo ha ferito. Lui che si aspettava più di 5.000 voti, e che invece a dispetto della speranza, ha sfigurato molto.
Pippo vogliamo che ritorni a farti vedere, sia per divertierci, ascoltandoti parlare in politichese dialettale, che per sentire la voce di qualcuno che quando può dice le cose come stanno!

lunedì 29 settembre 2008

Novità: Turturici di parere opposto al Consiglio

Su agrigentonotizie.it del 26/09/2008 ho letto che sulle Terme Turturici ha un parere opposto al Consiglio.
Bhe! Verrebbe da esclamare: "Ma qual'è la novità? Tanto si sa che la maggioranza è all'opposizione!"

Semmai, quello che colpisce è ben altro. Le dichiarazioni o frasi ad effetto dei consiglieri, anzi, di alcuni di essi. Quelli che fino ad ora sulle Terme non avevano detto neppure una parola e quelli che neppure dovrebbero parlare per via della loro appartenenza partitica.

Ecco alcuni esempi:

Mario Raso di AN, il partito che ha in quota il presidente del CDA delle Terme, quel Cantone che in TV dice sempre che tutto va a gonfie vele, come un colmo, dice: - "Facciamo un documento forte e se non ci saranno risposte diamo vita ad azioni eclatanti".

Michele Ferrara, dell' MPA, pertito dell'Assessore Di MAuro (quello degli stipendi dei termeali), svegliatosi dal letargo dice: - "Il problema del personale è superato, ma il futuro ? Forse anche un documento non serve, occorre fare capire alla Regione che c'è un'intera città in attesa"- vedremo il mese prossimo se ha ragione!

Michelangelo Graffeo, di IdV, verosimilmente ammette che il suo Onorevole dai 300 voti ha fallito, lasciandolo intendere tra le righe di questa frase: "Il consiglio comunale incide poco. Non ha fallito solo il sindaco, abbiamo fallito tutti". Da ammettere che comunque è stato l'unico a capire certe cose... anzi a dirle.

Per finire, ecco che anche il Presidente del Consiglio, audace a rappresentare i suoi colleghi, adesso che la situzione è in mano un ddl quasi pronto e che gli stipendi sono stati pagati, entra in scena (inutilmente) creando una delegazione consiliare che porterà avanti iniziative per individuare l'uscita dall'attuale drammatica situazione.

Una cosa è sicura: con i pezzi di carta non si conclude nulla e cominciando dal Presidente del Consiglio, per fiinire a l'ultimo consigliere, la demagogia sta superando ogni limite e la cosa da fastidio a chi non vuole essere preso in giro. Ha ragione il Sindaco a dire: "Dispiace constatare che alcuni Consiglieri comunali piuttosto che proporre soluzioni concrete, abbiano ritenuto di fare passerella."

mercoledì 24 settembre 2008

Risposta di Mistretta al post:: Mistretta (L'altra Sciacca) incoerente???

Ritengo corretto rendere più visibile la risposta Di Pietro Mistretta al post precedente.

Sarebbe per me facile rispondere all’interrogativo con l’aforisma ::” solo gli stupidi non cambiano idea”, ma non è il mio stile trincerarmi dietro una frase ad effetto per sviare la domanda o, peggio ancora, non rispondere.

L’affiancare però il mio trascorso d’Assessore nella giunta Cucchiara di cui ancor oggi sono fiero di averne fatto parte, non è corretto per tutta una serie d’elementi che cercherò di spiegare:
1 – Nel 2003 la gestione fallimentare dell’EAS era talmente esasperante e inconcludente che in attuazione della Legge Galli, la famigerata Legge Galli, che imponeva una gestione delle risorse idriche diversa dall’esistente, fu presa in considerazione una proposta di Project Financing da parte di una ditta (la Conscoop) che interamente a sue spese avrebbe rifatto l’intera rete idrica e gestito un’efficiente e razionale distribuzione idrica.Il Comune di Sciacca ( ma anche quello di Menfi) avrebbero avuto un’interlocuzione diretta con la ditta e il prezzo convenuto sarebbe stato al di sotto di quello attuale. Elemento decisivo dell’operazione era che le nostre risorse idriche (Grattavoli e CarboJ) sarebbero state sempre e in ogni caso a disposizione del solo Comune di Sciacca. A tal fine era stata avanzata dal Sindaco Cucchiara e Lotà (per Menfi) la richiesta, al costituendo ATO idrico di Agrigento, d’estromissione dei due comuni. Quel che accaduto poi e storia di oggi, dove l’attuale Sindaco, non solo non ha fatto nulla per impedire la costituzione dell’ATO idrico di Agrigento alle odierne condizioni che io definisco CAPESTRO, ma addirittura si avventura ad ergersi paladino di Girgenti Acque S.p.A. che tanto bene fino ad oggi ha fatto per farci (Sic.!) rimpiangere addirittura l’EAS. Nulla ho da pentirmi, quindi, per la scelta fatta nel 2003 nella mia veste di Assessore con il compito di fare non quello che conveniva al sottoscritto ma gli interessi della collettività.
2 – Nel 2007, esattamente il 1 Dicembre, si costituiva a Sciacca l’Associazione di promozione sociale “L’ALTRASCIACCA”, con idee e finalità ben chiare sull’essere un sodalizio apartitico e apolitico. Ora che in questa città dalle mille associazioni composte, a volte, da solo un o due soggetti, si pensi che L’altraSciacca rientri tra queste, identificando il suo Presidente (ed il suo passato politico) come colui che è il “factotum” di tutto e l’unico che decida delle sorti e delle battaglie intraprese o da intraprendere nel prosieguo, sbaglia di grosso. Infatti l’associazione di cui mi onoro di Presiedere è (scutatemi la presunzione) una delle poche che è riuscita con un suo sistema di comunicazione interna tra i soci a rendere le decisioni , le scelte, le iniziative, il risultato di un democratico e libero confronto tra gli stessi componenti dell’associazione, i quali nel giro di pochissimi giorni o a volte di pochissime ore riesce a stabilire e prendere una decisione collegiale e condivisa . L’Associazione L’ALTRASCIACCA risponde non per il passato (di cui ripeto sono orgogliosissimo) del sottoscritto, ma di quel che esprime a livello associativo da Dicembre 2007 ad oggi.
Detto questo, la mia “incoerenza” dove starebbe, nel fatto che io oggi (assieme a L’AltraSciacca) mi batta per la non privatizzazione dell’acqua ?
Scusate, ma di fronte allo sfascio dell’applicazione della famigerata Legge Galli, di cui SOLO OGGI, stiamo avendone gli effetti disastrosi, come è pensabile non cambiare idea ?
Mi spiego meglio. La Legge Galli abbraccia sia la gestione dei Rifiuti sia quella idrica. La gestione dei rifiuti è ormai conclamata non soltanto dall’inefficienza e altissimi costi da sopportare ( la Regione Sicilia, per esempio, ha un buco di oltre 600 milioni di euro !!!) dall’ormai arcinota cattiva figura che l’Italia intera ha fatto con Napoli e la sua spazzatura. In Sicilia si è fatto molto di più e peggio; si è fatta la MOLTIPLICAZIONE , non dei pani e dei pesci di biblica memoria, bensì degli ATO RIFIUTI che da 9 (previsti) sono diventati ben 27 !!! Oggi, sembrerebbe (il condizionale è d’obbligo) , un ritorno al passato e nessuno parla di “incoerenza” a fronte del disastro economico finanziario prodotto e conclamato dalla Corte dei Conti.
Sul fronte delle risorse idriche si sta percorrendo esattamente la stessissima strada, ma con un piccolo particolare di sostanziale importanza, cioè, L’ACQUA E’ VITA e, come tale, non può essere data (come lo è stato in Sicilia) REGALATA AD UNA SOCIETA’ FRANCESE (VEOLIA WATER) che detiene tramite sue controllate il 75 % di SICILIACQUE !!!
Non voglio tediarVi su chi, o cosa, sia VEOLIA in campo MONDIALE sul bene acqua (o ORO BLU, come attualmente è chiamato il prezioso liquido), ma basta fare una piccola ricerca su internet per avere tutte le risposte.
Mi scuso per la lunga risposta, ma credetemi, il problema è talmente serio e chi ci ha messo le mani è talmente scaltro e potente, che la mobilitazione deve essere grande e coinvolgere tutti e non fare come il Sindaco di Sciacca, ennesima pedina (consapevole o non) di un gioco a favore di questa gente senza scrupoli e dove, purtroppo, si conoscono i nomi dei perdenti o “i soliti pagatori fessi” , vale a dire NOI TUTTI !!!
Pietro Mistretta

Firma per salvare le Terme

Firma per la ditta di trasporti Gallo